We serve

Fin dalla fondazione, il Club ha supportato e finanziato sia i grandi service internazionali (Sight First, Libro parlato, Scuola Cani guida, Lions Quest, supporto alle popolazioni colpiti da grandi calamità) sia quelli a favore della comunità mantovana. Per dare forma a questa vocazione, il Lions Club Mantova Host è stato tra i promotori della Fondazione Lions Bruno Bnà (Fondazione di riferimento del Distretto 108IB2) ed è inoltre socio fondatore della Fondazione della Comunità della Provincia di Mantova.

Tra le attività più significative degli ultimi anni, vanno certamente ricordate quelle a sostegno del territorio mantovano a seguito del terremoto 2012 (service articolato e importante, che ha saputo coinvolgere l’intero distretto Lions), oltre alla fattiva collaborazione con la Casa del Sole (Progetto Serra) e l’Ospedale Carlo Poma di Mantova: il Club ha donato un’autovettura attrezzata al Servizio Cure Palliative, e curato l’allestimento del Giardino Melvin Jones presso il reparto di Pediatria. Sul fronte della cultura – oltre al sostegno offerto da anni al Conservatorio Campiani attraverso il finanziamento di diverse borse di studio – da segnalare il restauro della lunetta del Leonbruno nella Chiesa del Gradaro (con Fondazione Comunità Mantovana e World Monument Fund, New York), la ristrutturazione dell’arca santa e del pulpito nella Sinagoga di Mantova e il convinto sostegno al rinnovamento del Palazzo d’Arco. Sempre coinvolgendo altri club Lions, associazioni del terzo settore e sodalizi privati, il Lions Club Mantova Host ha interamente finanziato e realizzato in Ecuador un acquedotto per 2.000 persone. Sempre in Ecuador è stato completato un asilo mentre in Etiopia – accanto al sostegno fornito ogni anno all’ospedale di Meganasse – è stato realizzato un pozzo in grado di servire diversi villaggi. I progetti caratterizzanti le ultime annate sono il supporto alle popolazioni colpite dal terremoto del 2016 in Centro Italia, la valorizzazione degli aspetti culturali e turistici (meeting su Mantova Capitale della Cultura 2016, progetti in collaborazione con Complesso Museale di Palazzo Ducale e Conservatorio L. Campiani) ed enogastronomici (meeting su ERG East Lombardy 2017 ed evento per promozione dei prodotti del territorio) e il tema dell’educazione (Concorsi Poster per la pace, Lifebility e Progetto per Crescere).